Nel 2019 i team di Talent Acquisition incrementeranno i loro budget

Glickon Blog

Talent Acquisition 2019. Pre-Employment Testing Benchmark report

Con i tassi di abbandono dei posti di lavoro sempre più alti, è certo che la competizione per attrarre nuovi talenti non sarà facile nel prossimo futuro. Per questo motivo, molte aziende stanno incrementando i propri budget in diverse aree chiave di un processo di talent acquisition al fine di attirare i migliori talenti, come rilevato da Criteria Corp nel suo report: 2018 Pre-Employment Testing Benchmark Report.

Il report, che ha coinvolto oltre 350 professionisti del recruiting presso aziende di tutte le dimensioni, offre un’interessante panoramica delle priorità aziendali nel 2019 e oltre. Come mostra il grafico sottostante, le aziende prevedono di aumentare i loro investimenti finanziari in numerose iniziative volte a migliorare il processo di assunzione e aumentare la fidelizzazione – con solo il 2% degli intervistati che dichiara di aspettarsi una riduzione di spesa in queste aree.

Di seguito sono elencate le prime sei aree in riferimento alla talent acquisition in cui le aziende prevedono di aumentare i loro budget.

Approfondimento: Talent Acquisition Trend per il 2019

1. Mantenere l’Employer Branding forte: il 44% delle aziende investe ancora di più nella propria immagine

Un employer branding efficace aiuta ad attrarre i migliori candidati. Come dice Ed Nathanson, esperto di recruiting: “Per costruire un employer branding di successo e duraturo, è raccomandato l’utilizzo di alcune strategie, come la creazione di un programma per la pubblicazione dei contenuti, per condividere cultura e valori. Ciò richiede una buona dose di impegno, ma tutto lo sforzo che metterai per la creazione dei contenuti alla fine pagherà”. 

Un’altra potente tattica che puoi usare è quella di trasformare i dipendenti esistenti in Brand Ambassador. Conoscere la cultura aziendale da qualcuno che la vive ogni giorno può essere molto significativo per i candidati, piuttosto che ascoltare keywords pre-formattate. Lascia che le persone parlino, sia che pubblichino sul tuo blog aziendale o nel tuo feed Instagram.

Qualunque sia la strategia che decidi di sposare, rendila sempre autentica e veritiera. Le migliori strategie di employer branding sono costruite con il cuore e un po’ di umorismo.

2. Promuovere lo sviluppo carriera: il 44% delle aziende prevede di fare di più per aiutare i dipendenti a raggiungere i propri obiettivi

Con il cost of attrition al suo massimo storico dal 2001, l’aumento della fidelizzazione dei dipendenti è una delle priorità per tutte le aziende.

Aiutare i dipendenti a crescere e sviluppare le loro carriere non li dissuade semplicemente dal cercare opportunità lavorative altrove. Inoltre, aumenta la lealtà e la soddisfazione sul posto di lavoro, rendendo il dipendenti più incline a seguire il proprio percorso professionale all’interno della stessa realtà.

Il primo passo per sostenere lo sviluppo carriera è aiutare i dipendenti a capire il proprio percorso professionale. Questo è particolarmente utile per i giovani che non hanno chiaro il proprio obiettivo di carriera, mentre i dipendenti di qualunque età possono trarre beneficio su orientamento e motivazione.

Considera l’opportunità di mettere insieme dipendenti e senior mentor in grado di parlare delle diverse traiettorie formative in linea con la propria aspirazione e le varie opportunità che si andrebbero ad innescare. Ad esempio, qualcuno che lavora in una posizione di alto livello può essere in grado di raccomandare il tipo di progetti verso cui concentrare l’impegno di un lavoratore più junior e quindi focalizzare il suo effort per raggiungere i propri obiettivi.

Un sistema di supporto come questo appena citato è anche autosufficiente, dal momento che i dipendenti che ne hanno tratto vantaggio potrebbero essere ancora più desiderosi di supportare la prossima generazione di nuovi colleghi.

3. Ricercare candidati di alta qualità: il 43% delle aziende prevede di spendere di più per migliorare la propria pipeline di candidati

Trovare candidati di alta qualità è un’altra area in cui le aziende prevedono di investire di più. Per molti, ciò comporta la creazione di controlli di qualità aggiuntivi durante il processo di assunzione.

I criteri hanno rilevato che l’82% delle aziende utilizza una qualche forma di test pre-assunzione per migliorare la qualità della stessa. La maggior parte (40%) dei candidati al test dopo lo screening iniziale del curriculum, mentre il 30% utilizza i test nella parte iniziale del loro candidate journey, ovvero durante il processo di candidatura.

Approfondimento: Scarica il Candidate Journey Template

Ci sono molti strumenti di valutazione e tattiche che puoi usare per garantire la qualità dei candidati. Ad esempio, molte aziende hanno adottato le job auditions per simulare il tipo di lavoro che una nuova risorsa andrebbe a compiere, fornendo loro un quadro chiaro di come sarebbe il ruolo che andrà a ricoprire.

Infine migliorare la scrittura di job description e cercare in modo proattivo dei referral può ancora aiutarti a migliorare la qualità dei candidati che entrano nella tua pipeline.

4. Coltivare un ambiente di lavoro positivo: il 42% delle aziende sta investendo il proprio budget proprio qui

Probabilmente avrai già sentito questa triste statistica, ma vale la pena ripeterla: il 51% dei dipendenti statunitensi non è impegnato al lavoro. Per questo il 42% delle aziende prevede di spendere di più per coltivare un ambiente di lavoro positivo.

Ovviamente, ciò può significare soluzioni diverse. Per alcune aziende, potrebbe comportare l’offerta di vantaggi significativi che rendano i dipendenti entusiasti, dallo yoga alla colazione gratuita (sono solo alcuni esempi). Alcune aziende consentono persino alle persone di scegliere i propri benefit, dimostrando di essere sintonizzati su ciò che i loro dipendenti effettivamente desiderano.

Un altro modo per creare un ambiente di lavoro più positivo è aiutare le persone a trovare uno scopo nel loro lavoro.

Alla fine però tutto si reduce alla stessa cosa: creare un ambiente in cui i dipendenti possano davvero prosperare. Ambienti di lavoro coinvolgenti sono costruiti sulle fondamenta della fiducia, appartenenza e valori condivisi.

5. Ottimizzare i programmi di formazione dei dipendenti: il 42% delle aziende investirà di più per mantenere aggiornata la su base di competenze

Più di due aziende su cinque (42%) affermano di ottimizzare i programmi di formazione dei dipendenti, ed è facile capire perché. Assumere  e riqualificare i lavoratori di livello inferiore può essere più economico e meno impegnativo rispetto alla ricerca di un candidato con tutte le competenze. La formazione svolge anche un ruolo cruciale nel supportare lo sviluppo della carriera, fornendo ai dipendenti le risorse di cui hanno bisogno per compiere il prossimo passo verso il raggiungimento dei loro obiettivi.

Probabilmente ci sono già delle persone nella tua azienda che possono agire come insegnanti e guru.

6. Rendere più efficiente il processo di assunzione: il 42% delle aziende spenderà di più per semplificare il recruiting

Per molte aziende, l’assunzione può richiedere da poche settimane a mesi. Ciò potrebbe spiegare perché il 42% delle aziende intende aumentare la spesa per rendere più efficiente il processo di assunzione.

L’efficienza non è solo quella di battere i tuoi concorrenti. Un processo semplice e snello migliora anche la candidate experience – e può far risparmiare denaro nel lungo periodo.

Inizia raccogliendo le metriche sul tempo impiegato per ciascuna parte del processo e identifica dove si trovano i colli di bottiglia, quindi cerca dei modi per aggirarli.

Conclusioni

Gli aspetti e le statistiche che abbiamo appena elencato saranno prioritari per molte aziende e serviranno a delineare la talent acquisition strategy del loro 2019.

Vuoi rimanere aggiornato su tutti gli articoli, direttamente nella tua casella di posta?

Iscriviti alla newsletter del nostro blog.