L’importanza della resilienza aziendale: come creare valore

Il concetto di resilienza all’interno delle aziende sta acquisendo un’importanza crescente: ecco come creare un’organizzazione resiliente per creare valore e migliorare la performance.

L'importanza della resilienza aziendale: come creare valore

Le aziende resilienti: una nuova tendenza?

Pensando all’idea di resilienza e alla sua applicazione nel mondo aziendale, possiamo immaginare questo concetto come l’attitudine dell’organizzazione a gestire il cambiamento in maniera positiva e costruttiva: si tratta della capacità dell’azienda di affrontare le dinamiche spesso volatili ed incerte del mercato, con un atteggiamento flessibile e valutando di volta in volta la scelta migliore per la sopravvivenza e la prosperità dell’impresa stessa.

Un’azienda resiliente è un’azienda che sa reagire alle situazioni di stress, alle condizioni avverse del mercato o ad imprevisti che rendono il futuro incerto e difficile, è un’azienda che sa trarre nuove opportunità di crescita dai cambiamenti e che sa “plasmare” se stessa adottando soluzioni flessibili e funzionalità innovative per mantenere il passo della concorrenza.

Resilienza in azienda: perché è così importante?

Le aziende però sono fatte di persone: dalla definizione appena fornita si comprende con chiarezza l’importanza del ruolo delle persone e della loro intrinseca attitudine alla resilienza perché un’impresa sia resiliente, o si impegni per diventare tale.

La Pandemia di Covid-19 ha messo in evidenza le debolezze organizzative ed ha colpito duramente le aziende con processi deboli o poco strutturati, con vision scadenti e strategie improvvisate: i leader più attenti e preparati cercano di migliorare la resilienza aziendale, per dotarsi di tutti gli strumenti necessari ad assicurare la business continuity e la risposta dell’organizzazione alle sfide del contesto socio-economico del momento.

I rischi e le minacce esterne che le aziende si trovano ad affrontare sono divenuti sempre più imprevedibili e complessi: gli scenari macro-economici per il futuro prevedono che le aziende si trovino ad operare sempre più spesso in contesti molto incerti e con livelli di complessità molto elevati. Uno dei fattori che costituiscono la resilienza aziendale è proprio la capacità di adattarsi velocemente ai cambiamenti e trarne vantaggi per il proprio business.

Come creare valore migliorando la resilienza aziendale: il ruolo della tecnologia

L’evoluzione della tecnologia e la transizione digitale fanno parte della quotidianità per le aziende che vogliono restare competitive ed al passo con il mercato: le aziende devono appoggiarsi alla tecnologia per essere in grado di adattarsi con flessibilità ai rapidi cambiamenti degli scenari di mercato e di contesto in cui operano. Come l’innovazione tecnologica nell’ambito HR si rivela essere un punto di forza per le aziende, allo stesso modo essa può essere un utile strumento per supportare la resilienza aziendale.

La disponibilità di dati e la capacità di analizzarli in maniera logica si rivelano elementi cruciali per poter prendere decisioni veloci ed efficaci, minimizzando i rischi e gli impatti negativi a beneficio del proprio business.

L’esempio principale sotto gli occhi di tutti è lo smart-working (o più spesso il remote-working): durante la Pandemia di Covid-19 il lavoro agile si è rivelato una soluzione fondamentale per molte realtà aziendali che non lo avevano mai utilizzato prima, permettendo loro di garantire business continuity ai propri clienti in una situazione così complessa ed incerta. La tecnologia, con il moltiplicarsi di piattaforme di web-meeting e di condivisione dati ha fornito il supporto necessario per permettere ai dipendenti di lavorare da remoto.

La tecnologia può infatti fornire soluzioni rapide ed efficienti che permettano alle persone di scambiarsi informazioni in tempo reale, di utilizzare strumenti di condivisione dati semplici e flessibili, che favoriscano la collaborazione tra team, che permettano di gestire con efficacia la comunicazione sia interna che esterna. Allo stesso tempo la tecnologia può offrire strumenti per proteggere i propri asset e i propri dati da minacce esterne riducendo i rischi di data breach o attacchi hacker. La protezione dei dati è uno dei fattori fondamentali per costruire un’azienda resiliente, che reagisca ai cambiamenti con proattività e adattabilità.

Questi elementi tecnologici però da soli non sono sufficienti a garantire il rafforzamento della resilienza aziendale.

L’elemento cruciale su cui lavorare infatti, oltre agli aspetti tecnici e pratici, è quello di saper costruire nell’organizzazione una cultura resiliente: una cultura che si basi sulla capacità di gestire il cambiamento e di abbracciare le innovazioni con un atteggiamento positivo e curioso, sviluppando l’attitudine delle persone al problem solving, alla gestione dello stress, alla cooperazione ed alla capacità di trovare soluzioni creative per le problematiche sempre nuove che si possono incontrare nell’operatività aziendale.

È fondamentale che questa strategia di investimento sul capitale umano sia attuata insieme ad un piano di welfare e wellbeing, in una più generale ottica di Employee Value Proposition che miri a mantenere alto il livello di engagement aziendale.

Le soluzioni Glickon Grow, pensate per offrire a dipendenti ed HR tutte le funzionalità utili a creare un’Employee Experience unica, racchiudono gli elementi necessari per creare in azienda una cultura resiliente supportata da un’infrastruttura tecnologica innovativa.

Scopri di più su glickon, la piattaforma di People Experience & Analytics che aiuta le aziende a costruire un’esperienza di lavoro migliore, per candidati e colleghi, grazie a un approccio data-driven e a esperienze semplici e coinvolgenti. 

Indice