Employee Value Proposition: la sua importanza

Glickon Blog

Cosa si intende per Employee Value Proposition?

L’Employee Value Proposition (EVP) è il bilancio dei premi e dei benefici che i dipendenti ricevono in cambio delle performance lavorative.

Le aziende sono solite sviluppare un EVP per fornire un prodotto coerente con employer branding ed experience management. Fondamentalmente, uno degli scopi dell’EVP è attrarre i candidati.

Leggi anche: Come costruire la tua employee experience roadmap + template bonus

L’Employee Value Proposition è stata definita come un insieme di offerte fornite da un’azienda in cambio, come detto prima, delle capacità e delle esperienze che un dipendente offre. Un buon EVP deve essere unico e convincente, specie se usato come elemento chiave per attrazione, impegno e fidelizzazione dei dipendenti.

Employee Value Proposition: perché è importante

Attirare i talenti migliori è molto difficile: ecco perché la comunicazione efficiente dell’EVP è estremamente importante.

Molti recruiters e altri professionisti del settore HR hanno pianificato strategie per comunicare employer brand e EVP con candidati attuali e futuri.

Il metodo secondo cui vengono utilizzate metodologie di marketing per le assunzioni prende il nome di recruitment marketing. Le metodologie del recruitment marketing, solitamente, vengono eseguite tramite strumenti e software che rendono l’intero processo più semplice e più produttivo. In questo modo, i recruiters possono incoraggiare l’ingaggio di candidati e migliorare la candidate experience complessiva.

Come definire l’EVP in 5 step. Vediamo quali sono

  1. Obiettivi. È importante stabilire gli obiettivi che si desidera conquistare: raggiungere più candidati? Attrarre talenti? Ridurre tempi e costi di acquisizione?
  2. Candidato ideale. Individuare le caratteristiche del candidato ideale è il secondo step da seguire.
  3. Definire l’Employee Value Proposition. Qual è l’aspetto di te come employer che i tuoi dipendenti ammirano di più?
  4. Promozione. Dove promuoverai l’azienda? Su quali canali? E come?
  5. Risultati. Ultimo, ma non ultimo. Studia i risultati e lavora su ciò che puoi migliorare.