Employee Retention: come migliorarla, secondo la ricerca LinkedIn

Glickon Blog

Il 94% dei dipendenti afferma che per migliorare l’employee retention sarebbe sufficiente migliorare solo un touchpoint; e non si tratta di aumenti di stipendio

Nel 2018, il tasso di abbandono del lavoro ha raggiunto il livello più alto dal 2001 e secondo gli esperti, nel 2019 continuerà a crescere, indice di una scarsa employee retention di molte aziende. Secondo le più recenti Job Openings e Labour Turnover Survey  del Bureau of Labor Statics, più di 3,5 milioni di americani lasciano il proprio lavoro ogni mese (circa il 2,3% della forza lavoro). Gli analisti hanno indicato che tra le cause principali vi sono una crescita stagnante dei salari e un limitato mercato del lavoro. Tuttavia, il Workforce Learning Report 2019 di LinkedIn, afferma che secondo il 94% dei dipendenti per migliorare employee retention ed employee experience le aziende dovrebbero investire in formazione.

Leggi anche: Come costruire la tua Employee Experience Roadmap +  template bonus

L’interesse nei confronti dell’apprendimento e dello sviluppo è particolarmente forte tra i giovani lavoratori. Secondo la ricerca di LinkedIn, un quarto della Gen Z e dei Millennial afferma che l’apprendimento è ciò che li rende felici sul lavoro. Inoltre, sempre un quarto delle generazioni sopra citate afferma che la mancanza di strumenti di formazione rappresenta la causa principale per cui potrebbero abbandonare il lavoro.

Leggi anche: Formazione aziendale e Gamification

Ci sono segnali che gli employers iniziano finalmente a cogliere.

Perché è importante investire in sviluppo e formazione

Per anni, gli employers americani si sono lamentati che non ci fossero abbastanza lavoratori con le skills necessarie. Tuttavia, i ricercatori hanno sostenuto che per risolvere questo problema basterebbe investire nella formazione della forza lavoro.

In una relazione del 2017 della Society for Human Resource Management si legge:“I sondaggi dimostrano che molti degli employers faticano a trovare personale qualificato, ma la soluzione è nelle loro mani: basterebbe fornire la formazione necessaria.”

Il rapporto sull’apprendimento della forza lavoro di LinkedIn 2019 rivela che gli employers stanno finalmente iniziando ad investire in questo tipo di workforce development.

Secondo il rapporto, il 49% dei professionisti di apprendimento e sviluppo ha citato un “budget limitato” come sfida importante nel 2017. Due anni dopo, quella cifra è scesa del 27%. Nel 2017, il 27% degli intervistati ha dichiarato che i budget per attività di formazione fossero in aumento. Nel 2019, la cifra si avvicina al 43%. Oggi, l’82% dei learning and development professionals afferma che i propri dirigenti sostengano in modo attivo il coinvolgimento dei dipendenti nell’apprendimento professionale. Il tutto, di conseguenza, migliora l’employee retention.

Un ulteriore segno che dimostra che le aziende stiano investendo nella loro forza lavoro è che l’87% dei talent developers afferma che i loro team rimarranno della stessa dimensione o cresceranno nel 2019.

Formazione online: costi più bassi, guadagni maggiori

“Per la prima volta, i professionisti con responsabilità L & D hanno budget, team executive buy per espandere la propria attenzione oltre le sfide quotidiane – come colmare lacune nelle competenze che sono vitali per il vantaggio competitivo”, afferma il rapporto di LinkedIn. Investimenti simili aiutano gli employers a migliorare reclutamento ed employee retention, tenendosi stretti i lavoratori con le skills necessarie.

Un metodo con cui le aziende migliorano l’employee retention è quello di permettere ai dipendenti di imparare online, evitando costosi workshop di persona e training sessions. LinkedIn ha scoperto che, dal 2017, il 59% dei talent developers investono maggiormente in corsi di apprendimento online e il 39% afferma di risparmiare rispetto a corsi di formazione con docenti e istruttori.

A gennaio, LinkedIn ha analizzato centinaia di migliaia di annunci di lavoro per scoprire le skills maggiormente necessarie alle aziende. È stato scoperto che gli employers sono alla ricerca di lavoratori che abbiano sia skills personali che skills tecniche. Per aiutare i lavoratori, sono stati avviati sulla piattaforma dei corsi di formazione gratuiti. L’abilità più richiesta dagli employers nel 2019 è la creatività, ragion per cui il corso più popolare tra gli employee si chiami Creativity Bootcamp. Secondo LinkedIn, quasi 80.000 persone hanno seguito il corso.

Formazione, gamification, raccolta e analisi dei dati?

Vuoi saperne di più?