Employee Experience Gamification, perché è importante

Glickon Blog

Employee Experience Gamification, un nuovo approccio al lavoro

Fino a pochi anni fa, le aziende prestavano poca attenzione al modo in cui i dipendenti interagivano con il proprio posto di lavoro. Il lavoro era visto come una semplice transazione in cui gli impiegati scambiavano impegno e tempo con uno stipendio. Insomma, il modo in cui vivevano le ore in ufficio non era importante. Oggi, al contrario, si parla dell’importanza dell’employee experience. Vediamo perché si parla di employee experience gamification.

Leggi anche: Come costruire la tua Employee Experience Roadmap + template bonus


Trascurare l’experience aumenta il rischio di turnover

Tuttavia, si sviluppa sempre più la volontà di voler misurare il lavoro dei dipendenti non solo in base allo stipendio, ma anche in base al valore degli stessi all’interno dell’azienda.

Ignorare l’employee experience è una delle cause più comuni del turnover. Per la generazione dei millennial, ci sarà sempre un altro lavoro: il mercato è diventato incredibilmente fluido, grazie anche alle piattaforme come LinkedIn.

Perché, dunque, si parla di employee experience gamification? La gamification, come parte di una soluzione di engagement e performance, offre gli strumenti necessari a creare un’experience positiva per i dipendenti. Come? Promuovendo il coinvolgimento basato sul team, la produttività e costruendo una cultura di empowerment. È più che un vantaggio, è un nuovo approccio al lavoro.

Leggi anche: Employee retention – quanto costa perdere un dipendente + tool bonus


Meglio del pranzo gratis

Molti tentativi di miglioramento dell’experience si basano sulla fornitura di vantaggi tangibili che stimolano il morale. Il pranzo o il perfezionamento dell’ambiente di lavoro sono senz’altro touchpoint importanti, ma non bastano. I dipendenti vogliono ricevere un apprezzamento effettivo, non una pizza gratis.

La gamification aiuta a costruire i quattro pilastri di un’employee experience positiva.

  • Lavoro di squadra: il teamwork è alla base di un’experience positiva. La gamification può incoraggiare il lavoro di squadra tracciando e premiando la collaborazione. Le metriche tradizionali fanno uno scarso lavoro di quantificazione del tempo reale e dell’impegno degli impiegati nell’aiutare a vicenda ad avere successo.
  • Validazione: è possibile migliorare l’experience grazie a strumenti utili a riconoscere e premiare sforzi e risultati dei dipendenti. Tracciando, analizzando e premiando eventuali miglioramenti delle prestazioni. In questo modo si incentivano i dipendenti a migliorare fattori come produttività, progresso e padronanza.
  • Empowerment: i dipendenti responsabilizzati hanno maggiori probabilità di avere un’experience positiva. Avere un buon programma di gamification fornirà ai lavoratori una flessibilità incanalata, dando loro la motivazione necessaria ad affrontare nuove sfide.
  • Scopo: il mantenimento del senso dello scopo è fondamentale per migliorare l’esperienza dei dipendenti. il mantenimento del senso dello scopo è fondamentale per migliorare l’esperienza dei dipendenti. La gamification può aiutare a quantificare i loro progressi man mano che sviluppano nuove competenze e assumono maggiori responsabilità sul posto di lavoro.

In conclusione…

Avere un’employee experience positiva è fondamentale, anche per il bene dell’azienda stessa. Sfrutta la gamification per ottimizzarla.

Visita il nostro sito web!