Come misurare l’impegno dei dipendenti?

Glickon Blog

Come misurare l’impegno dei dipendenti?

Se dovessi valutare la tua relazione sentimentale in una scala da 0 a 10, come faresti? Un punteggio di 7 su 10, cosa significherebbe?
Non molto, perché in questo caso si parla di un impegno e di base l’impegno è un’emozione. Le emozioni sono difficili da quantificare. Ecco perché è fondamentale comprendere questo passaggio per capire come misurare l’impegno dei dipendenti.

Leggi anche: Come costruire la tua Employee Experience Roadmap + template bonus

Quello che puoi fare è porti delle domande, le cui risposte possono aiutarti a dedurre il coinvolgimento; ad esempio: quante volte pensi al/alla tuo/a compagno/a? Quanto spesso pensi di doverlo/a lasciare? Quando sei in sua compagnia sei felice?

Rispondendo a queste domande sarà più facile avere un’idea maggiormente completa sulla tua relazione. Ecco cosa accade quando ti domandi come misurare l’impegno dei dipendenti.

È difficile dire che sei “impegnato” per un totale di 7 su 10, ma puoi avere un’idea di quanto lo sia un dipendente ponendo domande relative alla sua esperienza da dipendente.

Misurare l’impegno dei dipendenti è difficile, perché è difficoltoso definirlo

In effetti, non esiste una definizione chiara di che cosa sia l’impegno dei dipendenti. Alcune aziende lo definiscono come la felicità, altre come la soddisfazione, altre come l’impegno nel raggiungere un obiettivo. Ma è un po’ più complesso.

Puoi essere felice al lavoro, ma non ottenere abbastanza feedback dal tuo manager. Puoi ricevere tantissimi feedback, ma non avere opportunità di crescita.

Secondo la ricerca Officevibe esistono 10 metriche che costituiscono il coinvolgimento dei dipendenti. 

  1. Feedback
  2. Riconoscimento
  3. Felicità
  4. Relazioni con i colleghi
  5. Relazioni con i managers
  6. Crescita e sviluppo personale
  7. Allineamento
  8. Soddisfazione
  9. Benessere
  10. Ambassadorship

Perché bisogna misurare l’impegno dei dipendenti?

I dipendenti che credono che il management si occupi di loro come persone a 360 gradi, non solo come lavoratori, sono più stimolati, produttivi e soddisfatti. Dipendenti soddisfatti garantiscono clienti soddisfatti, il che aumenta i profittiAnne M. Mulcahy, ex CEO di Xerox

Per migliorare qualcosa, qualsiasi cosa, occorre misurare. La ricerca è molto chiara riguardo a come i dipendenti impegnati conducano l’azienda verso profitti e crescita maggiore.

Affinché un dipendente sia impegnato, occorre che percepisca l’azienda sinceramente preoccupata per e di lui. Se un manager dimostra ad un dipendente un chiaro interesse, questo ricambierà con una maggiore lealtà e impegno verso il team e l’azienda.

Impegnandosi a misurare e migliorare l’impegno, si può dimostrare ai dipendenti che il loro benessere è qualcosa di realmente importante. Questo da solo è spesso sufficiente a coinvolgerli di più.

Nota: è importante agire. Molte aziende esaminano i risultati dei sondaggi ma non agiscono in merito. Non c’è niente di peggio che chiedere un feedback per poi ignorarlo. È necessario, dunque, essere pronti ad agire.

Come misurare l’impegno dei dipendenti: alcuni metodi

Il metodo più comune per misurare l’engagement è senz’altro quello delle survey, che però sono solo una componente del processo.

Leggi anche: Employee Engagement Survey: 15 domande per crearne una (+ Free PDF)

L’impegno dei dipendenti è un problema complesso che richiede uno sforzo collettivo da parte dei membri dell’azienda. Software come la employee experience platform di glickon possono aiutarti a mantenere vivo il coinvolgimento del team.

Ecco alcuni metodi utili al miglioramento dell’employee engagement.

Pulse surveys

Sondaggi brevi e frequenti, ottimi per mantenere un ritmo costante. Chiedi feedback sul lavoro, proponendo fra le 5 e le 10 domande.

come misurare l'impegno dei dipendenti

One-On-Ones

Si tratta di incontri one-on-one con i dipendenti. Il metodo è quello di schedulare regolarmente incontri in cui, tramite conversazioni informali, è possibile ricevere feedback. È un ottimo metodo per comprendere ciò che accade realmente all’interno dei vari team.

Colloqui

I colloqui riguardanti l’abbandono sono comuni in molte aziende. L’obiettivo è quello di scoprire sia cosa avrebbe evitato l’addio del dipendente (e che quindi va migliorato), sia ciò che invece sta andando bene. Alcuni esempi di domande da porre:

  • Che rapporto hai con il manager?
  • Cosa ti piace del tuo lavoro?
  • Cosa ti soddisfa in una giornata lavorativa?
  • Se potessi, cosa cambieresti del tuo ruolo?
  • Cosa ti stimola di questa azienda?
  • Come mai stai lasciando l’azienda?

ENPS

L’utilizzo dell’employee Net Promoter Score (eNPS) è uno dei metodi più semplici ed efficaci per misurare l’impegno. Fondamentalmente, la domanda a cui rispondere è: il dipendente in questione consiglierebbe questa azienda?

come misurare l'impegno dei dipendenti

 

Cosa fare dopo aver misurato l’impegno dei dipendenti?

I dipendenti, terminati i sondaggi, vorranno conoscere i risultati. Ecco quindi cosa fare al termine delle survey.

Comunicare i risultati

Inviato il sondaggio, è bene inviare anche ai dipendenti un messaggio di ringraziamento per aver partecipato. L’ideale sarebbe organizzare una riunione per comunicare a tutti eventuali nuovi percorsi da intraprendere.

Scegliere cosa migliorare

Gli aspetti da migliorare potrebbero essere molteplici: attenzione a non sovraccaricare il team di lavoro. Cerca di dare la priorità ai touchpoint che la meritano e concentrati su quelli.

Leggi anche: Employee Experience Touchpoint da non sottovalutare

Follow Up and Repeat

Segui continuamente i membri del team per rimanere aggiornato sullo svolgimento dei miglioramenti. Si tratta di un’operazione a lungo termine, è quindi fondamentale controllare progressivamente se i dipendenti sono felici e soddisfatti.

Come misuri l’impegno dei dipendenti all’interno della tua azienda?

Clicca qui e parliamone