6 pratiche per un recruiting mobile efficace

Glickon Blog

Per molti professionisti delle risorse umane, il recruiting non è un lavoro dalle h.9 alle h.18: i nuovi candidati devono essere valutati, quelli esistenti devono essere aggiornati e gli altri membri del team di assunzione devono prendere le loro decisioni su potenziali assunzioni. Un sistema di tracciamento dei candidati (ATS) spesso aiuta i recruiter a semplificare il processo di assunzione, ma cosa succede quando lasci la tua scrivania?

Indipendentemente dalla frequenza con cui viaggi o da quando potresti dover svolgere attività di assunzione dal tuo smartphone, una soluzione di recruiting mobile offre le funzionalità necessarie per mantenere il processo sempre in movimento senza intoppi.

In che modo il recruiting mobile migliora l’esperienza di assunzione?

Uno dei maggiori vantaggi di un ATS è che riunisce tutti i membri del team. Allo stesso modo, un’app di recruiting mobile aiuta il tuo team a lavorare insieme e non necessariamente in ufficio. Se un membro del tuo team è fuori sede durante un evento o una riunione, può comunque tenere il passo con la pipeline di assunzione, rispondere ai commenti e persino approvare nuovi assunti dal proprio smartphone.

Quando i team delle risorse umane utilizzano app di recruiting mobili, offrono anche una migliore impressione dell’organizzazione alle persone in cerca di lavoro. Potresti credere che il tuo team risponda rapidamente ai candidati, ma il 69% per cento dei candidati ritiene che i datori di lavoro possano migliorare i tempi di risposta. Un’app mobile ti consente di soddisfare tale aspettativa, assicurandoti che i candidati si sentano apprezzati e aggiornati durante ogni fase dell’application e del processo di intervista. Il tuo team può rispondere rapidamente alle e-mail, utilizzare gli SMS per rispondere alle domande e fare il check-in con i candidati da qualsiasi luogo.

Alla fine, il 72% dei candidati che hanno avuto un’esperienza negativa durante il processo di intervista condivideranno il loro feedback con altri, su siti di recensioni come Glassdoor, tramite i social media o con amici e familiari. Rispondendo più rapidamente ai migliori talenti, stai impedendo loro di sviluppare una percezione negativa della tua organizzazione o potenzialmente abbandonare il processo di assunzione prima di poter estendere un’offerta.

 

6 consigli per un recruiting mobile efficace

Sebbene le app o le web app di recruiting mobile siano utili proprio come un ATS, richiedono una pianificazione per un uso efficiente.

Potresti utilizzare questi sei suggerimenti per un recruiting mobile efficace per iniziare una conversazione con il tuo team e per guidare eventuali modifiche al processo di assunzione che potrebbero derivare dall’uso di un’app mobile.

1. Mantenere in movimento il processo di assunzione

La pipeline delle assunzioni è in continua evoluzione: i nuovi candidati entrano, vengono valutati dal team di assunzioni, escono o gli viene offerto un ruolo nella propria organizzazione. La gestione attiva dei candidati in ogni fase del processo di assunzione è cruciale, sia perché aiuta il tuo team a rimanere in cima alla pipeline sia perché consente ai candidati di avere tue notizie in modo tempestivo.

Se i membri del tuo team di recruiting sono fuori sede, un’app mobile manterrà il processo di assunzione in corso. Possono esaminare i candidati, le loro candidature e i loro curriculum e, con pochi tocchi o passaggi, possono indicare quali candidati devono passare alla fase successiva del processo o chi può essere più adatto a un ruolo diverso.

Ciò riduce i tempi di risposta per i tuoi candidati, che è anche una parte fondamentale per migliorare la loro esperienza.

2. Utilizzare l’automazione a proprio vantaggio

L’automazione sta rapidamente diventando un punto fermo degli strumenti di recruiting, con buone ragioni: l’automazione consente ai professionisti delle risorse umane di risparmiare molto tempo e fatica.

Con il recruiting mobile, la stessa automazione possibile sulla tua scrivania è possibile anche sul tuo smartphone. Ad esempio, è anche possibile utilizzare modelli di e-mail, come le risposte “sì” o “no” ai candidati, che possono essere attivate automaticamente in base alle azioni intraprese. L’automazione di queste e-mail riduce il numero di messaggi manuali che hai il compito di scrivere e quindi riduce i tempi di assunzione della tua organizzazione . Che tu sia in ufficio o che recluti in viaggio, questi stessi modelli di email sono disponibili all’interno dell’app.

3. Comunica regolarmente con tuoi candidati

La tua mancanza di risposta può indurre i tuoi migliori candidati ad accettare altre offerte perché presumono che tu non sia interessato.

I recruiter devono rimanere coinvolti con i loro candidati, tenendoli informati su come procede il processo di assunzione e su quanto presto possono aspettarsi di avere notizie dall’organizzazione.

4. Trova facilmente la copertura per gli intervistatori

È uno dei peggiori scenari per i recruiter: un candidato di spicco è pronto per il colloquio in loco e quella mattina ricevi una nota da uno dei tuoi intervistatori in programma che sono ammalati e non saranno più in grado di condurre il colloquio. Le app di recruiting mobile rendono questo processo più semplice per tutti.

5. Coinvolgere l’intero team

Come un ATS, la tua app di recruiting mobile consente al tuo team di assunzioni di lavorare più da vicino su attività chiave. Aumenta anche il coinvolgimento: ottenere aggiornamenti dall’app è molto più conveniente che essere regolarmente fermati in corridoio o  via e-mail da un membro del team che ha bisogno di un feedback su intervista ad un candidato. Ma otterrai questi vantaggi solo se tutti i membri del tuo team di assunzioni utilizzano l’app.

Per ottenere il buy-in su una soluzione di recruiting mobile, evidenzia le migliori funzionalità dell’app mentre si applicano a quel membro del team specifico. Ad esempio, se un membro del tuo team è preoccupato di ridurre i tempi di assunzione, mostra loro come la tua app elimina i ritardi con funzionalità come la ripresa del ripristino dei dispositivi mobili e le risposte email basate su modelli. O se qualcuno è preoccupato per i lunghi tempi di risposta ai candidati, mostra loro come taggare i membri del team in-app riduce il processo manuale di inseguimento dei manager per prendere decisioni di assunzione.

6. Non provare a fare tutto dal tuo telefono

Mentre il recruiting mobile è utile per mantenere la pipeline in movimento, rimanere in contatto con i candidati e interagire con il proprio team, non è l’unico strumento di cui hai bisogno.

Idealmente, il tuo team dovrebbe utilizzare specificamente i dispositivi mobili per mantenere i candidati coinvolti e informati e per ridurre i ritardi nelle decisioni. Cerca di evitare di completare queste attività all’interno dell’app mobile, che non possono essere raggiunte in modo altrettanto efficace dalla tua scrivania:

  • Personalizzazione del processo di assunzione: il recruiting mobile è efficace solo quando si hanno fasi di assunzione, un team di assunzione coinvolto e attività pianificate in anticipo. Il tentativo di regolare questi processi dal telefono può confondere il team, soprattutto se non si ha il buy-in da parte di tutti i soggetti coinvolti. Questi cambiamenti radicali vengono affrontati meglio all’interno di un ambiente di squadra.
  • Progettazione di modelli di e-mail: affinché l’automazione della posta elettronica come le risposte automatiche e i messaggi di rifiuto basati su modelli siano efficaci, è necessario crearli con largo anticipo rispetto all’utilizzo delle app mobili. Questi messaggi dovrebbero anche essere esaminati con il tuo team e testati su più dispositivi prima di essere messi in atto.
  • Creazione di nuove offerte di lavoro: anche le tue job description dovrebbero essere esaminate attentamente prima di pubblicare e dovrebbero anche essere personalizzate. Dato che questa è spesso la prima interazione di un candidato con la tua azienda, è importante fare una buona prima impressione. Le offerte di lavoro possono apparire rapidamente datate se non monitorate da vicino, specialmente se contengono informazioni su benefici, dimensioni dell’azienda o responsabilità lavorative specifiche.
  • Avere conversazioni con candidati sensibili: le conversazioni su offerte, trattative salariali, rifiuti e altre conversazioni potenzialmente sensibili meritano la tua totale attenzione. Non tenere questo tipo di conversazioni durante il tuo tragitto giornaliero o via SMS: salvale per l’ufficio.

Leggi anche: Candidate Experience. Cos’è, come definirla e come migliorarla